Cronaca Italia

Silvia Colussi, triatleta, investita, la bici spezzata in due: caccia al pirata della strada

Silvia Colussi, triatleta, investita, la bici spezzata in due: caccia al pirata della strada

Silvia Colussi, triatleta, investita, la bici spezzata in due: caccia al pirata della strada

SPILIMBERGO (PORDENONE) – E’ caccia al pirata della strada che la mattina di martedì 4 luglio ha travolto la triatleta Silvia Colusssi, 32 anni, sulla Cimpello-Sequal, la strada a scorrimento veloce alle porte di Pordenone. L’atleta del Forhans Team di Roma è ricoverata in gravissime condizioni all’ospedale di Udine, in prognosi riservata.

Tutto è accaduto in pochi secondi intorno alle 10 di martedì, quando la giovane atleta, che vive a  Valvasone-Arzene ed esercita l’attività di fisioterapista a Spilimbergo, si stava allontanando da Sequals pedalando sulla sua Kuota gialla e verde in lega di carbonio.

Come spiega Cristina Antonutti sul Messaggero, la 177 è una strada pericolosa, ma la banchina è abbastanza larga da consentire ad una bicicletta o a un motorino di procedere in sicurezza. Ma così non è stato per Silvia Colussi. Qualcuno, infatti, l’ha travolta con una violenza tale che la atleta è finita sul cofano ed è stata scaraventata nel fosso cementificato che raccoglie l’acqua piovana al lato della strada.

Un urto violento, di cui non ci sono testimoni, e che ha provocato la rottura in due tronconi della bici, che è stata ritrovata ad una decina di metri di distanza dal punto dell’impatto. La stessa giovane ciclista è stata scagliata ad una quindicina di metri, nel fosso, dove l’impatto è stato attutito da un mucchio di paglia, ma la violenza dell’urto con l’auto è stata tale che adesso Silvia Colussi lotta tra la vita e la morte.

To Top