Cronaca Italia

Simone Padovan, disoccupato di 25 anni, si inventa gigolò

Simone Padovan, disoccupato di 25 anni, si inventa gigolò

Simone Padovan, disoccupato di 25 anni, si inventa gigolò (Frame dal film American gigolò)

PORDENONE – Disoccupato a 25 anni, si reinventa gigolò. Il giovane accompagnatore si chiama Simone Padovan, il suo nome è noto dopo essere apparso su uno dei più popolari gruppi Facebook dedicati alla ricerca di lavoro a Pordenone.

Sul social Simone ha lasciato il proprio messaggio, poi rimosso e successivamente riapparso grazie ai commenti degli altri utenti, spiega Marco Agrusti sul Gazzettino: 

mi offro come accompagnatore per cene, spiegava il giovane pordenonese. Poi specificava la compagnia desiderata, limitando il campo della ricerca alle donne al di sotto dei 50 anni. Qualcuno ha scherzato, non è mancato chi ha rispolverato vecchi tabù e barriere sociali di un tempo. Ma in realtà dietro la storia del 25enne Simone Padovan c’è molto di più.

Innanzitutto la sua condizione, comune a molti coetanei (e non solo): ovvero quella di disoccupato. Simone, racconta il Gazzettino, da tempo cercava lavoro, e alla fine ha deciso di lanciarsi in quello che, almeno quando riguarda le donne, viene definito il mestiere più vecchio del mondo. Racconta il quotidiano veneto:

Personalmente – ecco che il giovane si addentra nella spiegazione – vedo l’accompagnatore come una persona che può aiutare qualcuno a combattere la solitudine. Magari potrei dare una mano alle donne sole. Come? La scelta è vasta, perché un accompagnatore che si rispetti nel limite della decenza sta ai desideri di chi investe tempo e denaro per passare una serata con lui. Posso portare le donne a cena oppure a teatro illustra il 25enne pordenonese protagonista dell’annuncio di lavoro. Capita che ci si spinga anche oltre, ma in quel campo niente è pubblico e tutto è frutto di un accordo tra le parti.

I costi del servizio? Si parte da 100 euro.

 

 

To Top