Blitz quotidiano
powered by aruba

Sla, Salvatore Usala è morto. Guidò le battaglie di malati e disabili

CAGLIARI – E’ morto all’ospedale Marino di Cagliari Salvatore Usala, storico leader delle battaglie dei disabili gravi. Da tempo malato di Sla (sclerosi laterale amiotrofica), Usala ha condotto per anni una ‘guerra’ a tutto campo con le istituzioni, sfociata in scioperi della fame e della sete e nel rifiuto delle terapie salvavita, per il riconoscimento dei diritti delle persone come lui affette da patologie gravissime. Le sue condizioni si erano aggravate intorno a metà agosto. È morto martedì pomeriggio. Aveva 63 anni.

Usala era anche segretario del Comitato 16 novembre, associazione nata nel 2012 con lo scopo, si legge sul sito, di rappresentare le battaglie dei

“malati e delle famiglie per i diritti e la dignità di persone. Ammalati di SLA e di tutte le patologie altamente invalidanti che conducono alla totale non autosufficienza. Per oltre un anno è stata una rete informale di persone, malati di Sla, familiari e amici, che si riconoscono nella lettera aperta inviata al governo da Salvatore Usala e Alberto Damilano, considerando questa data un momento fondativo per la battaglia concreta dei malati in difesa della propria dignità. Il nostro impegno è di proseguire con azioni positive che non diano tregua alle Istituzioni inadempienti nei confronti del diritto alla salute scritto nella Costituzione”. 

 


TAG: