Blitz quotidiano
powered by aruba

Slot machine, stangata da 40mila euro per quelle fuori norma

Due slot machine fuori norma sono costate una multa da 40mila euro ad una sala giochi di Bagnolo San Vito in provincia di Mantova

MANTOVA – Una multa da 40mila euro per le slot machine fuori norma è stata presentata ad una sala giochi di Bagnolo San Vito, in provincia di Mantova. La polizia locale e i monopoli di Stato hanno multato la sala per aver installato due apparecchi da gioco, chiamati Totem, non autorizzati e non collegati alla rete telematica.

La Gazzetta di Mantova scrive che la sala giochi è stata sanzionata per le due slot e che rischia di perdere la licenza, perché non rispetta i 500 metri di distanza da scuole o chiese previste dalla nuova legge in materia:

“La sala giochi è risultata fuori regola per aver installato due apparecchi da gioco (chiamati Totem) non autorizzati e non collegati alla rete telematica; la sanzione, da parte dei Monopoli, ha comportato anche il sequestro per confisca dei due apparecchi. Questi ultimi, con gli stessi giochi previsti nelle slot machine, non hanno in realtà l’ok dei Monopoli, né collegamento telematico alla relativa rete. Sequestrato anche il denaro trovato nelle macchinette. «Il procedimento – spiega il Comune – prevede inoltre la chiusura dell’attività, considerato che il locale è nei pressi di luoghi sensibili e, nel caso specifico, di scuole e di luogo di culto».

Il sindaco Manuela Badalotti commenta: «A questa operazione congiunta seguiranno azioni di prevenzione coordinate con i Servizi sociali. È importante che anche a Bagnolo sia stato approvato un regolamento sulle slot, come in altri paesi del mantovano. Certo, il regolamento, votato anche dall’ex vicesindaco Maria Rosa Borsari, ha visto non favorevoli i consiglieri di minoranza Bianchi, Landini e Asseguidi. Credo sia l’unico caso di minoranza che non vota a favore di provvedimenti di questo tipo»”.


PER SAPERNE DI PIU'