Blitz quotidiano
powered by aruba

Smartphone diventa calibro 380, allerta anche a Fiumicino

ROMA – L’ultima minaccia alla sicurezza potrebbe nascondersi in un semplice smartphone. È massima allerta all’aeroporto di Fiumicino, dopo le segnalazioni arrivate ai comandi della polizia di frontiera. Un’informativa della Questura segnala che è in circolazione una pistola che può essere contenuta all’interno di un telefono cellulare.

La nota, firmata direttamente dal questore Nicolò D’Angelo, è stata diramata venerdì 19 febbraio, quando è stato predisposto il nuovo dispositivo nei controlli anche al Leonardo da Vinci. I passeggeri in partenza potranno vedersi analizzare dagli agenti ai varchi del check-in il proprio telefonino, proprio per fugare ogni possibile dubbio.

L’arma in questione è la “Convert Pistol“, una pistola che ha la forma di uno smartphone e che è in libera vendita negli Usa. L’oggetto, una volta aperto, diventa una calibro 380 con due canne sovrapposte. La strumentazione tecnica si completa di un adeguato sistema di puntamento con mirino laser ed un caricatore con capacità presunta di almeno due colpi. L’arma è acquistabile anche on line e facilmente rivenduta poi al mercato nero.

Immagine 1 di 2
  • Smartphone diventa calibro 380, allerta anche a Fiumicino 02
Immagine 1 di 2