Blitz quotidiano
powered by aruba

Snack in ufficio? Li accetti dal collega. Sbagli e rischi…

ROMA – Uno snack offerto da un collega durante una lunga giornata di lavoro? Meglio rifiutare. A meno che non si abbia assoluta certezza delle corrette abitudini igieniche del collega in questione. Tutto deriva da uno studio (o presunto tale) diffuso dal sito inglese Metro.co.uk e riportato da Il Gazzettino. Il rifiuto nasce dal buon senso e da una statistica inquietante:  il 50% delle persone che usano il bagno in ufficio non si lavano le mani prima di tornare a lavorare.

E’ facile quindi immaginare quanti germi possano trasmettersi semplicemente infilando le mani nello stesso pacchetto di patatine per poi mangiarlo. Scrive il Gazzettino:

In questo modo le loro mani diventano un vero e proprio covo di matteri e potenziali malattie.

Il migliore veicolo di queste malattie sono proprio gli snack: primo perché ovviamente finiscono in bocca e secondo perchè raramente il primo salatino che si prende è quello giusto, a volte capita che se ne prensa più di uno o che qualcuno scivoli, contaminando così tutto il cibo.

Insomma, da oggi, a ogni collega il suo snack e la salviettina igienizzante.


TAG: ,