Cronaca Italia

Sondaggio Piepoli: italiani più poveri, ma all’80% si sentono felici

Sondaggio Piepoli: italiani più poveri, ma all'80% si sentono felici

Sondaggio Piepoli: italiani più poveri, ma all’80% si sentono felici

ROMA – Sondaggio Piepoli: italiani più poveri, ma all’80% si sentono felici. In generale gli italiani sentono di essere diventati più poveri rispetto a 5 anni fa, quando la crisi ha iniziato a dispiegare i suoi effetti. Tuttavia, in larga maggioranza si ritengono “felici” sebbene avvertano che il divario tra ricchi e poveri sta aumentando. E’ l’esito di un sondaggio realizzato dall’Istituto Piepoli per la Stampa.

8 italiani su 10 non si lamentano anzi, giudicano soddisfacente la propria esistenza: il 66% si dichiara abbastanza felice, il 14% molto felice, il 17% poco felice, il 2% per nulla felice., l’1% non ha opinione.

“Rispetto a 5 anni fa lei si sente più…”: alla domanda il 41% ha risposto “più povero”, il 47% “ugualmente ricco”, il 10% “più ricco”, il 2% è senza opinione.

Quanto alle motivazioni che hanno aumentato lo stato di felicità generale la ragione base è il raggiungimento di una maggior armonia con la propria mente, con il proprio corpo e nei rapporti con gli altri, a cominciare dalla famiglia. Fondamentale la salute dei propri parenti, l’aumento della cultura, e la maggiore partecipazione alla società, anche tramite lo sport.

Specularmente le ragioni citate per una minor felicità risultano essere un reddito percettibilmente disceso, malattie e lutti in famiglia e conseguentemente una minor armonia, una discesa della cultura, una meno intensa vita sociale, la vendita forzata di beni famigliari e, sostanzialmente, un maggior imbarbarimento del gruppo famigliare, anche in termini di viaggi, sport, cura del corpo e partecipazione attiva alla vita mondana. (Nicola Piepoli, La Stampa)

To Top