Blitz quotidiano
powered by aruba

Spaccio di droga a Reggio Emilia, liberi dopo una settimana

REGGIO EMILIA – Spaccio di droga, sono tornati in libertà dopo nemmeno una settimana Lassad Nasar, 33 anni, e Nizar Kouki, 34 anni, i due cittadini tunisini arrestati venerdì 27 febbraio in via Emilia Ospizio a Reggio Emilia.

Nasar è stato rimesso in libertà con l’obbligo di firma in caserma, mentre per Kouki il giudice non ha disposto alcuna misure restrittiva, riferisce la Gazzetta di Reggio, che ricostruisce la vicenda. 

“L’avvocato di Kouki, Ernesto D’Andrea, nel corso dell’udienza di convalida ha sottolineato come la droga fosse stata trovata nelle mutande del connazionale. Pertanto il legale ha contestato la fondatezza dell’accusa di detenzione ai fini di spaccio per il suo assistito”.

I carabinieri tenevano d’occhio i due da tempo, e durante i vari appostamenti vicino all’appartamento hanno fermato diversi clienti italiani che hanno comprato la droga, per lo più cocaina.

Scrive la Gazzetta di Reggio:

“Nell’appartamento dei due tunisini sono inoltre saltati fuori quattro telefoni cellulari, che continuavano a squillare anche al momento della perquisizione, e una lista di clienti italiani con i loro numeri di telefono. Tutti elementi che serviranno a ricostruire l’attività di spaccio degli indagati e che potrebbero portare a ulteriori sviluppi investigativi.

Nella disponibilità dei tunisini sono stati trovati dai militari anche 1.200 euro in contanti, che molto probabilmente sono i proventi dell’attività illegale di spaccio. Secondo quanto emerso nell’inchiesta gli spacciatori consegnavano le dosi a qualsiasi ora del giorno e della notte”.


PER SAPERNE DI PIU'