Cronaca Italia

“Spogliati per me…”. Poi il ricatto in chat

chat-ricatto

VICENZA – Contattati, adescati in videochat erotiche e poi ricattati. In Questura a Vicenza si sono presentati due giovani vicentini, entrambi di 32 anni, finiti nella rete delle videochat erotiche, e hanno presentato denuncia per tentata truffa.

Entrambi hanno conosciuto le ragazze nella chat di incontri “Lovoo”. Il primo dei due uomini ha conosciuto un’avvenente ragazza, che ha scritto di chiamarsi Adeline Cappellutto. Dopo una chat iniziale i due sono passati al collegamento video tramite Skype: qui Adeline, senza perdere tempo, ha iniziato a spogliarsi. Poi si è spogliato anche l’uomo e dopo pochi minuti è scattato il ricatto. La ragazza dopo averlo registrato ha chiesto un pagamento per non rendere pubblico il video. A quel punto il 32enne ha chiuso la connessione, per poi decidere di presentare denuncia.

All’altro vicentino è andata peggio, come racconta il Gazzettino:

Anche in questo caso l’incontro è avvenuto tramite la chat “Lovoo”, dove la ragazza si è presentata come Daniela Trappolomo. E alla fine il giovane è caduto “in trappola” visto che dopo essersi spogliato si è masturbato. Il ricatto con relativo rischio di esser visto da parenti ed amici l’ha convinto a pagare tramite Western Union, la cifra di 100 euro

To Top