Blitz quotidiano
powered by aruba

Spoleto, auto comune blocca passo disabili. Bimbo disegna… FOTO

SPOLETO –  Un bimbo disabile trova la rampa di passaggio occupata da una macchina. E davanti a tanta inciviltà reagisce con un disegno semplice e chiaro. Un disegno che ritrae un bimbo e sotto la scritta: “Sono disabile, fammi passare, grazie”. Nessuna parola fuori posto, soltanto la richiesta di far valere un suo diritto. Succede tutto a Spoleto, in Umbria, e c’è un’aggravante: l’auto che occupa passaggio riservato ai disabili, spiega il Messaggero nel dare la notizia, è una vettura pubblica, del Comune. Molto probabilmente un’auto dei servizi sociali.  Così Ilaria Bosi per il Messaggero:

 “Non è la prima volta che succede”, dice sconsolato il papà di un bambino disabile, lo stesso che sul parabrezza ha lasciato due disegni, il primo accompagnato dalla scritta: “Sono invalido, fatemi passare, grazie”.  Il fatto si è registrato martedì mattina nel parcheggio interno di San Carlo, dove hanno sede gli uffici della Asl e dei servizi sociali del Comune. “Purtroppo – evidenzia una neo mamma – è una cattiva pratica che si ripete: capita molto spesso anche a noi che portiamo i bebè al consultorio o al servizio vaccinazioni di rimanere bloccate dalla sosta selvaggia. Il fatto che l’auto sia del Comune rende tutto più imbarazzante”.  Il divieto di sosta, a onor del vero, non è segnalato:  ma ci vuole davvero un cartello per capire che l’auto non si può parcheggiare a ridosso dello scivolo per disabili?