Cronaca Italia

Stadio della Roma, Vittorio Sgarbi: “E’ una speculazione inutile, è come stup… un bambino”

Stadio della Roma, Vittorio Sgarbi: "E' una speculazione inutile, è come stup... un bambino"

Vittorio Sgarbi

ROMA – La Roma spera di accelerare quanto più possibile l’iter per realizzare il nuovo stadio. Ma c’è chi si oppone con fermezza al progetto per il nuovo stadio giallorosso. Tra questi c’è il noto critico d’arte Vittorio Sgarbi, già severo in passato rispetto all’idea dell’impianto di Tor di Valle.

Sgarbi, tramite la propria pagina su Facebook, ha rincarato la dose parlando addirittura di speculazione e di progetto criminale.

San raffaele

“A Roma un’amministrazione criminale.
La costruzione del nuovo stadio
è una speculazione con la complicità dei 5 Stelle

La mafia agisce nell’ombra. La Raggi agisce alla luce del sole e il risultato è devastante e vede la complicità di magistrati, intellettuali e speculatori che, indifferenti al bene sacro che è Roma, procedono per costruire lo stadio con l’ipocrisia del taglio da tre a due torri di quello che oscenamente viene chiamato «Business center».
Si tratta, per consolazione, non di 900 ma 300 mila metri cubi di cemento che salverebbero l’anima a un’amministrazione criminale che va sciolta per “mafia annunciata”.
Costruire un inutile stadio a Roma per favorire la speculazione può avvenire soltanto con la complicità dei 5 Stelle, che a parole dicono di combattere la speculazione selvaggia mentre a Roma fingono di non vederla.
Ridurre il cemento è come stuprare un bambino non sei volte, ma due, e proclamarsi innocenti”.

 

To Top