Blitz quotidiano
powered by aruba

Stintino, Angelo Franci, sub, muore durante una battuta di pesca

SASSARI  –  Battuta di pesca subacquea finita in tragedia a Stintino, una delle località turistiche più note nel Nord della Sardegna. Domenica pomeriggio, 7 agosto, un uomo di 57 anni di Sassari, Angelo Franci, è annegato nelle acque di Tanca Manna, dove si trovava in compagnia di un amico per una battuta di pesca in apnea.

È stato proprio l’uomo che si trovava in sua compagnia a lanciare l’allarme dopo aver notato che il palloncino di segnalazione dello sfortunato compagno di battuta era immobile nello stesso punto da molto tempo. Avvicinatosi, ha notato il corpo dell’amico, privo di sensi, che galleggiava sull’acqua. Il personale del 118, giunto sul posto, ha provato a rianimare il 57enne, ma per lui non c’è stato niente da fare.

Racconta Caterina Fiori sull’Unione Sarda: 

Ad avvistare il cadavere, poco lontano dalla riva, è stata una coppia di turisti stranieri che non sapendo come chiedere aiuto è corsa ad avvisare un gruppo di bagnanti.

Mentre qualcuno chiamava il 118, gli altri hanno portato fuori dall’acqua il corpo del 57enne. Sul posto è intervenuta un’ambulanza del 118, ma il personale medico non ha potuto fare nulla per salvare la vita al sub: inutile anche l’uso del defibrillatore.

È stato allora che, dalla riva, i soccorritori sono riusciti a richiamare l’attenzione dell’amico della vittima che si trovava ancora in acqua, probabilmente alla ricerca del compagno di battuta che aveva perso di vista ormai da tempo. Subito dopo è arrivata anche un’altra ambulanza e l’auto dei carabinieri.


PER SAPERNE DI PIU'