Blitz quotidiano
powered by aruba

Strongoli: trascina ex della compagna su cofano per 11 km

STRONGOLI (CROTONE) – Ha percorso undici chilometri sulla statale 106 trascinando sul cofano anteriore della sua auto l’ex convivente della sua attuale compagna. E la mano di questo era rimasta incastrata nel cofano. Incredibile vicenda che ha visto protagonista un uomo di 54 anni, del quale non è stato fornito il nome, arrestato a Strongoli (in provincia di Crotone) dai carabinieri per tentato omicidio. L’uomo, assieme alla compagna, ha incontrato l’ex convivente della donna per parlare di alcune questioni familiari.

Scrive l’Ansa che la discussione si è animata e l’ex fidanzato della donna, secondo quanto riferito dai carabinieri, si è scagliato contro la vettura della coppia per impedirne la fuga. Nella concitazione la mano dell’uomo è rimasta incastrata tra lo sportello e il montante dell’auto facendolo rimanere intrappolato sul cofano. La corsa della vettura è proseguita per undici chilometri fino a quando la donna ha chiamato i carabinieri, che hanno arrestato il conducente del mezzo. All’ex, soccorso e portato in ospedale, sono stati diagnosticati dieci giorni di prognosi.

Il sito Il Cirotano riassume così tutto:

Si incontrano per gestire alcune questioni familiari e, dopo aver discusso animatamente, l’ex fidanzato della donna si scaglia sull’auto della ex e del suo attuale compagno per impedirne la fuga, tuttavia nella concitazione del momento, una mano gli viene chiusa tra lo sportello ed il montante dell’auto, rimanendo così intrappolato sul cruscotto. La coppia, nonostante tutto, prosegue la corsa con l’auto mettendo a repentaglio la vita dell’ex, mentre lui chiedeva aiuto e si lamentava per i forti dolori. È stata la stessa donna, durante il percorso, a richiedere l’intervento dei Carabinieri, temendo per la propria incolumità, non rendendosi conto di quanto pericoloso fosse quanto stavano facendo.