Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma, Eduard Oprea fermato per violenza a turista: ferì un’altra donna

ROMA – Eduard Oprea è l’uomo di nazionalità romena fermato a Roma con l’accusa di aver violentato e picchiato una turista australiana nella zona di Colle Oppio, vicino al Colosseo. L’uomo era già noto alle forze dell’ordine, dato che era stato arrestato nel febbraio 2015 con l’accusa di tentato omicidio e sfruttamento della prostituzione per aver accoltellato una sua connazionale di cui era stato il protettore e da cui pretendeva altri soldi.

Secondo la ricostruzione delle autorità, Oprea ha avvicinato la turista australiana in un locale vicino alla stazione Termini e poi con la scusa di una passeggiata sono giunti nella zona isolata di Colle Oppio, che si trova a ridosso del più frequentato Colosseo. L’uomo ha poi aggredito la turista, l’ha picchiata brutalmente e l’ha prima violentata e poi derubata. Il 6 ottobre la Procura di Roma ha chiesto la convalida dell’arresto di Oprea al Gip con le accuse di violenza , rapina e lesioni, ma per l’interrogatorio di garanzia bisognerà attendere tra venerdì 7 e sabato 8 ottobre.

Intanto dalle indagini è emerso che l’uomo fermato era già stato in carcere con l’accusa di tentato omicidio e di sfruttamento della prostituzione, scrive l’Ansa. Oprea era finito in manette perché considerato il responsabile di una violenta aggressione ai danni di una prostituita connazionale, di cui era stato ‘ex protettore’, dalla quale avrebbe preteso nuovamente la percentuale sui suoi guadagni.

La donna riuscì a resistere al tentativo di accoltellamento e a cavarsela con una ferita ad una mano. Secondo quanto scrive l’Ansa, l’uomo è uscito dal carcere il 30 giugno e attualmente era sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione agli uffici di polizia giudiziaria.


TAG: ,