Blitz quotidiano
powered by aruba

Suicidio nel giardino di un asilo nido a Roma

ROMA – Suicidio nel giardino di un asilo nido a Roma. La mattina di martedì 11 ottobre, intorno alle 6:30, un anziano di 79 anni, gravemente malato, è caduto, o più probabilmente si è gettato, dal suo appartamento al terzo piano di uno stabile sulla circonvallazione Clodia, in zona Prati a Roma. Il corpo dell’uomo è finito così nel cortile-giardino di un asilo nido, che è stato chiuso per permettere i rilievi della polizia scientifica.

L’uomo si è gettato nel vuoto mentre la moglie dormiva. Quando i soccorsi sono arrivati non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Scrive il Messaggero:

A quanto si è appreso, a gettarsi nel vuoto dal terzo piano è stato un uomo di 79 anni, gravemente malato, che ha compiuto il gesto mentre la moglie dormiva. Per permettere i rilievi è stata disposta la chiusura dell’asilo nido. Stante l’orario nessun bambino era nella struttura.

L’ipotesi al vaglio degli inquirenti è che si sia trattato di un gesto volontario. L’uomo era gravemente malato. Secondo le prime ipotesi avrebbe deciso di farla finita lasciandosi cadere dal balcone mentre la moglie dormiva. La stessa donna ha detto agli investigatori che potrebbe trattarsi di un suicidio.


PER SAPERNE DI PIU'