Blitz quotidiano
powered by aruba

Tangenti Lombardia, Pierpaolo Tondo tra gli indagati

ROMA – Tra gli indagati nell’inchiesta che ha portato a quattordici arresti anche per irregolarità nei lavori a Malpensa, figura Pierpaolo Tondo, componente dell’Uver (Unità di Verifica degli Investimenti Pubblici) al ministero dello Sviluppo economico, già direttore amministrativo al ministero della Giustizia e direttore tributario all’Agenzia delle Entrate.

Tondo, riporta l’Huffington Post,

è accusato di millantato credito perché “in talune situazioni” avrebbe “rafforzato” le presunte millanterie di uno degli arrestati, il faccendiere Alessandro Raineri.

Tra le “altre utilità” oltre al “denaro” ricevute dal funzionario ministeriale Pierpaolo Tondo ci sarebbero anche “viaggi gratuiti a Milano” comprensivi di “cene, albergo ed escort per prestazioni sessuali a pagamento”.

Secondo la Procura di Milano Tondo sarebbe stato così ricompensato da un imprenditore da lui favorito per

“la propria attività di millantata pressione verso i funzionari dell’agenzia delle entrate di Milano e Roma”, come emerge anche da alcune intercettazioni dell’aprile del 2015. A retribuirlo con denaro anche in contanti e altri benefit sarebbe stato uno degli altri arrestati, l’imprenditore Venturino Austoni.