Blitz quotidiano
powered by aruba

Tangenti Sanità, Stefano Lorusso socio Rizzi preso a Miami

MILANO – Stefano Lorusso, il socio dell’ex consigliere della Lega Nord Fabio Rizzi, al centro dell’inchiesta su presunte tangenti nella sanità lombarda, è stato arrestato a Miami e sarà estradato. Lorusso, 53 anni, era destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Milano nell’ambito dell’inchiesta Smile, su un presunto giro di mazzette per ottenere appalti milionari nel campo dell’ortodonzia.

Lorusso è un agente immobiliare residente negli Stati Uniti: dagli atti della procura di Milano, risulta socio di Rizzi e del suo braccio destro Mario Longo dell’americana More Than Lux Corp 24. E’ considerato come il “contabile” delle varie società estere di Rizzi e Longo. Non solo negli Usa ma anche in Svizzera, Lichtenstein, Dubai e a Panama. Lorusso sarebbe stato intercettato dai carabinieri del Nucleo investigativo di Milano mentre “architettava” il sistema societario che doveva garantire l’assoluto anonimato finanziario ai due esponenti leghisti.

Assieme i tre avrebbero gestito anche l’affare di un ospedale pediatrico in Brasile da cui “potrebbero venir fuori un paio di milioni a testa”, come avrebbe detto Rizzi alla compagna durante una conversazione telefonica intercettata dagli investigatori.

Lorusso è stato fermato a Miami il 24 febbraio e si trova ora in custodia alle autorità statunitensi in attesa dell’estradizione che potrebbe avvenire entro 45 giorni. E’ accusato di riciclaggio.