Cronaca Italia

Taranto, bomba davanti a sede Feneal Uil: indaga la Digos

Taranto, bomba davanti a sede Feneal Uil: indaga la Digos

Taranto, bomba davanti a sede Feneal Uil: indaga la Digos

TARANTO – Attentato a Taranto nella notte fra sabato 19 e domenica 20 dicembre: nel mirino la sede della Feneal Uil, il sindacato dei lavoratori edili della Uil. Un ordigno è stato piazzato all’esterno degli uffici: i danni alle strutture sono ingenti.

Il prefetto di Taranto, Umberto Guidato, ha convocato per questa mattina, lunedì 21 dicembre, il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica. Per lunedì pomeriggio, invece, la Uil jonica ha convocato i suoi organi dirigenti. Indagini sono state avviate dalla Digos per risalire agli autori del gesto criminoso e stabilire il movente.

Contro l’attentato prende posizione la Uil di Taranto. Il segretario provinciale, Giancarlo Turi,

“esprime solidarietà e forte vicinanza al segretario territoriale, Antonio Guida, ai dirigenti e ai rappresentanti della Feneal Uil, cui questo atto vile e criminoso è indirizzato, ma che tutti assieme respingiamo compatti e forte determinazione”. “Aspettiamo gli esiti delle indagini tempestivamente già avviate e comunque – commenta il segretario della Uil di Taranto – nessuna intimidazione, nessun arretramento né cambiamento della nostra chiara netta posizione rispetto ai tanti scenari che Taranto, e il suo territorio provinciale, stanno vivendo. Proseguiremo la nostra attività come prima, più convinti di prima”.

“Alla città, al territorio provinciale, che vivono solchi profondi di crisi con larghe fasce di emarginazione, gravi difficoltà, emarginazione, disperazione, ricordiamo – rileva ancora il segretario della Uil di Taranto – e a noi stessi per primi , quanto sia indispensabile la saggezza nelle riflessioni, la ponderatezza nelle espressioni”.

To Top