Blitz quotidiano
powered by aruba

Taranto, Nicola Chiarelli si sente male e muore in sommergibile Marina

TARANTO – Natale Chiarelli, 29enne dipendente di una ditta d’appalto, è morto a Taranto dopo aver avvertito un malore durante operazioni di manutenzione a bordo del sommergibile Gazzana della Marina militare. E’ successo a Taranto. Il fatto è avvenuto nella mattinata di venerdì mentre il sommergibile si trovava in banchina, in mar Piccolo. Immediati sono scattati i soccorsi, ma per il giovane non c’è stato nulla da fare.

Il 4 dicembre 2012 sullo stesso sommergibile, durante un’esercitazione di routine, due militari accusarono un malore per un improvviso calo di pressione durante le fasi di svuotamento dell’abitacolo dall’acqua e non riuscirono ad aprire il portellone d’emergenza. Uno di essi, il sergente Alessandro Bargaglio, 38 anni, di La Spezia, morì il 31 luglio 2015 a causa delle lesioni patite nell’incidente subacqueo. Sono stati rinviati a giudizio l’ex comandante del sommergibile e l’ex capo del comando incursori.

La Marina militare esprime in una nota “sentimenti di profondo cordoglio e vicinanza” alla famiglia dell’operaio. “Il giovane, dipendente della ditta Officine Jolly – prosegue la nota della Marina – si trovava a bordo del sommergibile per attività manutentive programmate all’interno del locale motori termici quando improvvisamente ha accusato un malore. A nulla è servito l’immediato soccorso dei colleghi, del medico del Servizio sanitario dei sommergibili e dei medici del 118″. Sulle cause del decesso sono ancora in corso accertamenti.


TAG: