Blitz quotidiano
powered by aruba

Telecamere ai semafori (T-Red): la mappa di Roma, Milano…

MILANO – Telecamere ai semafori, t-red o Po Red: occhi elettronici piazzati ai semafori che vedono se le auto passano quando non devono. Stanno per arrivare a Padova, piazzati su quattordici incroci della città, ma già ci sono a Roma e Milano, come in altre città italiane come Bolzano, Napoli e Bologna. 

 

Ma come funzionano i T-red? Quando il semaforo è rosso l’apparecchio scatta due foto in sequenza ai veicoli che oltrepassano la linea di arresto. La doppia foto è necessaria ad accertare che il veicolo abbia effettivamente attraversato l’incrocio. Il sistema consente anche la rilevazione della velocità.

Le multe per chi viene sorpreso dalle telecamere a transitare col semaforo rosso sono molto salate: 163 euro se l’infrazione viene commessa tra le 7 e le 22, 200 euro se si passa col rosso tra le 22 e le 7. Inoltre, è prevista la decurtazione di 6 punti dalla patente (12 se alla guida c’è un neopatentato).

Ecco la mappa completa dei po red, T-red o, più semplicemente, telecamere ai semafori.

ROMA – Nella capitale questi apparecchi si trovano in via Cristoforo Colombo incrocio con via del Canale della Lingua, direzione Ostia; in via Cristoforo Colombo incrocio con via di Acilia, direzione Ostia; in via Cristoforo Colombo, incrocio con via Pindaro, direzione Ostia; in via Cristoforo Colombo incrocio Circonvallazione Ostiense, direzione centro; in viale Marconi incrocio con piazzale Tommaso Edison, direzione Centro; in via Tuscolana, incrocio con via Palmiro Togliatti, direzione Centro; in via Tuscolana incrocio con via dell’Arco di Travertino, direzione Centro; in via Prenestina, incrocio con via Palmiro Togliatti, direzione Centro; in via Palmiro Togliatti incrocio con via Quinto Publicio, direzione Casilina; in via Gregorio VII incrocio con piazza Pio XI, direzione piazza di Villa Carpegna; in via Leone XIII incrocio con piazza Pio XI, direzione via Anastasio II.

MILANO – A Milano, spiega l’agenzia Ansa, le telecamere in grado di rilevare una vettura che transita dopo che è scattato il rosso al semaforo si trovano tra viale Certosa e Monteceneri, Indipendenza e Bronzetti, Mac Mahon e Monteceneri, Scarampo e Silva, Serra e Scarampo e tra Sforza e Porta Vittoria. Tutti questi semafori sono attivi tutti i giorni della settimana 24 ore su 24. Ce ne sono anche tra Lorenteggio e Tolstoj, Marche e Taramelli, Testi e Ca’ Granda e tra Zara e Marche ed anche questi ultimi sono attivi 7 giorni su 7 e 24 ore su 24.

PADOVA – Nella cittadina veneta il Comune ha deciso di installare 14 T-Red negli incroci strategici. Intorno alla metà di giugno ne entreranno in funzione due sul ponte del Bassanello (il primo all’altezza del semaforo che regola chi è diretto in via Guizza, chi in Strada Battaglia e chi in via Vittorio Veneto, il secondo all’altezza dell’altro semaforo che, per chi proviene da via Vittorio Veneto, permette di proseguire dritto verso via Guizza o di svoltare a destra su Strada Battaglia), due all’incrocio tra via Gozzi e via Trieste (il primo di fronte al parcheggio multipiano dell’ex Cledca, dov’è possibile continuare dritto su via Gozzi o girare a destra verso via Bassi, il secondo davanti agli ex uffici della Sita in piazzale Boschetti, dov’è consentito procedere dritto verso via Bassi, svoltare a destra verso il centro o a sinistra verso la stazione ferroviaria), uno all’angolo tra via Tommaseo e corso del Popolo, dove molto spesso si verificano incidenti tra le macchine che non rispettano il semaforo rosso e il tram in movimento sulle rotaie, due all’incrocio tra via Trieste e corso del Popolo, due su ponte IV Martiri per sorvegliare le auto in arrivo da via D’Acquapendente, lungargine Bassanello, via Bembo e lungargine Ziani, due sul ponte di Voltabarozzo a presidio dell’incrocio tra via Facciolati, lungargine Ziani, via Piovese e lungargine Sabbionari, e tre agli angoli tra via Aspetti e via Guicciardini, tra via Chiesanuova e via della Biscia e tra via dei Colli e via Ciamician.

 

 


TAG:

PER SAPERNE DI PIU'