Cronaca Italia

Terremoto a Cittarella (Rieti): scossa di magnitudo 3.1 nella zona della speleologa ferita

Terremoto a Cittareale (Rieti)

Terremoto a Cittareale (Rieti)

RIETI – Terremoto a Cittareale, in provincia di Rieti. Una scossa di magnitudo 3.1 della scala Richter è stata registrata dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv) alle 2:31 di lunedì primo maggio con ipocentro a 12 chilometri di profondità ed epicentro a 5 chilometri da Cittareale (Rieti).

Nella stessa zona sono in corso le operazioni di soccorso di una speleologa ternana di 30 anni, rimasta ferita nel tardo pomeriggio di domenica 30 aprile durante l’esplorazione di uno dei pozzi della grotta delle Sibille. La scossa è stata distintamente avvertita dalla popolazione. Non si segnalano danni a persone o cose.

San raffaele

I tecnici del Soccorso alpino e speleologico, che stanno intervenendo a Cittareale in soccorso della speleologa hanno stabilito un contatto tra l’interno e l’esterno della cavità. L’esploratrice, a quanto riferisce il Cnsas, è stata stabilizzata dal medico che si trovava con lei insieme ad altri speleologi del gruppo Grotte pipistrelli del Cai di Terni.

Nella mattinata di lunedì saranno avviate le manovre risalita ma il Soccorso alpino, intervenuto a Cittareale con una cinquantina di tecnici, stima che saranno necessarie diverse ore per raggiungere e trasportare la speleologa all’esterno della grotta. Il punto dove è bloccata la donna, chiamato pozzo Eku, si trova a una profondità di circa 150 metri.

To Top