Blitz quotidiano
powered by aruba

Terremoto Amatrice, Cdm approva decreto. Renzi: “Non vi lasceremo soli”

ROMA – Il Consiglio dei Ministri dell’11 ottobre ha approvato il decreto sul terremoto che lo scorso 24 agosto ha sconvolto il Centro Italia. Al termine del Cdm lampo, durato circa 40 minuti, è stato lo stesso premier Matteo Renzi a dare l’annuncio via Twitter: “Approvato stamattina il decreto legge terremoto. Avevamo promesso. Non vi lasceremo soli. E così faremo. Tutti insieme”

Il decreto legge approva gli interventi urgenti per le zone terremotate. Nel pomeriggio è prevista una conferenza stampa con il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Claudio De Vincenti, e il commissario Vasco Errani, per illustrare i contenuti del decreto. Mentre Renzi è in partenza per le Marche: visiterà l’azienda Tod’s e poi si recherà ad Arquata del Tronto, Accumuli ed Amatrice con Errani e con il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio.

Con il si dà il via libera ai primi 200 milioni per avviare la ricostruzione nelle zone colpite dal sisma: 100 per nuovi impegni e 100 di copertura. L’area del “cratere”, dove sarà concentrata la parte principale dei contributi, resta limitata a 60 Comuni.

Previsti inoltre aiuti fino a 30mila euro per la ripresa delle attività imprenditoriali, a tasso zero da rimborsare in 10 anni, e fino a 600mila euro per nuove imprese, da rimborsare in otto anni, sempre a tasso zero. Mentre il termine per gli adempimenti tributari e contributivi sarà congelato fino alla fine dell’anno.


PER SAPERNE DI PIU'