Cronaca Italia

Terremoto Amatrice, un mese dopo ancora scosse. Renzi: Ricostruiremo tutto come prima

Terremoto Amatrice, un mese dopo ancora scosse. Renzi: Ricostruiremo tutto come prima

Terremoto Amatrice, un mese dopo ancora scosse. Renzi: Ricostruiremo tutto come prima

AMATRICE – Un mese fa, esattamente un mese fa, una scossa di terremoto ha raso al suolo interi paesi come Amatrice, Accumuli e Pescara del Tronto. Un mese fa quella scossa, e quelle immediatamente successive, hanno causato la morte di 295 persone.  In questo mese la terra non ha quasi mai smesso di tremare. Eppure, come sempre accade in queste tragiche circostanze, chi ad Amatrice vive non si è arreso. Non se n’è andato. Anche se non ha più una casa, anche se è in tenda e dovrà aspettare ancora mesi prima di avere un semplice prefabbricato in legno.

Renzi: Tutto tornerà come prima.  “Il nostro Paese ricostruirà i territori colpiti del terremoto come erano prima e più belli di prima”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, in una conferenza stampa a Palazzo Chigi a un mese dal sisma che ha colpito il Centro Italia.

“Il nostro obiettivo – ha aggiunto Renzi -, per le prime e le seconde case e per gli esercizi commerciali, è riportare tutto a come era prima”. “La ricostruzione non sarà un fatto strettamente amministrativo. Valorizzeremo le comunità”, ha ribadito.

Ma la terra continua a tremare. Ancora scosse di terremoto nella zona tra Norcia, Accumuli e Arquata del Tronto. Quella di magnitudo 3.8 registrata dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia poco dopo le 22 del 22 settembre sera è stata infatti subito seguita da una di magnitudo 3.3 sempre nella stessa aerea. Nessuna telefonata è comunque giunta ai vigili del fuoco del comando provinciale di Perugia. Altre due scosse di magnitudo 2.1 sono state rilevate nell’area di Norcia alle 7.49 e alle 8.32 di oggi 23 settembre.

3-4 miliardi di danni, dice la Protezione civile. “Il danno non sarà meno di 3-4 miliardi, una cifra orientativa che temo non sarà inferiore”. Lo dice il Capo della Protezione Civile Fabrizio Curcio in conferenza stampa a Palazzo Chigi ad un mese dal sisma nel centro-Italia.    Curcio, parlando di circa 3mila assistiti, ha confermato che per la costruzione delle ‘casette’ “ci vorranno 7 mesi di tempo al massimo”.

To Top