Blitz quotidiano
powered by aruba

Terremoto, attenti ai finti tecnici: propongono verifiche, ma sono sciacalli…

CREMONA – Un vero e proprio esercito di sciacalli travestiti da finti tecnici hanno invaso le zone terremotate e ora il ministero della Difesa ha annunciato l’invio di 500 militari proprio per salvaguardare la popolazione dal fenomeno. Le segnalazioni sono arrivate dalla zona nella provincia di Cremona, dove il terremoto non ha fatto danni ma si fa leva sulla paura.

I casi sono arrivati dalla provincia di Cremona, nella zona della Bassa Piacentina, dove sono stati segnalati finti tecnici che chiedono di entrare nelle case per effettuare presunte verifiche statiche commissionate dai Comuni dopo le scosse: sciacalli anche questi.

Al momento si contano circa una decina di episodi, in particolare a Caorso e Cortemaggiore. I sindaci dell’Unione si affrettano a precisare di non avere attribuito alcun incarico. Roberta Battaglia, sindaco di Caorso in provincia di Piacenza, ha messo in allarme i residenti:

“Ci sono persone che girano sul territorio dicendo di essere tecnici preposti al controllo delle abitazioni dopo il terremoto. Non aprite, non c’è nulla di vero: il sisma fortunatamente non ha colpito le nostre zone, quindi sono malintenzionati”.