Blitz quotidiano
powered by aruba

Terremoto Centro Italia, 100 scosse nella notte. 4mila sfollati, andranno in hotel

MACERATA  – Un’altra notte in auto e un’altra notte senza tregua fatta di scosse continue. Sono state infatti circa 100 le scosse di terremoto di magnitudo non inferiore a 2 registrate dalla mezzanotte di oggi 28 ottobre tra Marche e Umbria.  Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), undici di queste sono state di magnitudo compresa tra 3 e 3.5.

Tra le molte repliche di minore intensità, quattro scosse di terremoto di magnitudo 3.5, 3.3 e 3.1 sono state registrate la prima alle 4:13 e le altre in rapida sequenza poco dopo le 4:30 tra Marche e Umbria. Secondo i rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il primo sisma ha avuto epicentro a Fiordimonte e gli altri vicino Ussita (Macerata). Non si segnalano al momento nuovi crolli.

Intanto il Governo vara il piano di emergenza. Nelle sole Marche, secondo le prime stime, gli sfollati sarebbero circa 4mila. Sfollati a cui, vista la stagione e le temperature, è impensabile offrire una sistemazione transitoria in tenda. E così, già da questi giorni, partirà il piano per trasferire negli alberghi sulla costa buona parte degli abitanti dei paesi più colpiti dallo sciame sismico.

L’impegno preso dal premier Matteo Renzi, intanto,  è quello di una “ricostruzione seria”.   “Dobbiamo ricostruire – ha detto il premier – presto e in modo serio. Sono ottimista che riusciremo a farlo”. Il premier ha quindi invitato il Parlamento ad approvare velocemente il decreto sul terremoto “perchè lì ci sono le risorse e gli strumenti per mettersi a lavorare subito”. Gli ha fatto eco il Commissario alla ricostruzione Vasco Errani: “ricostruiremo tutto, compresi i nuovi danni prodotti da queste ultime scosse. I cittadini sappiano che non sono soli e avranno lo Stato a sostegno”