Blitz quotidiano
powered by aruba

Terremoto centro Italia: a Roma psicosi crepe ma nessun danno

ROMA – Anche se a Roma, fino ad adesso non si registrano danni in conseguenza del sisma avvenuto la scorsa notte, è scattata la psicosi delle “crepe” negli appartamenti. Molti romani hanno telefonato al Comando provinciale dei Vigili del fuoco perché impauriti da crepe che sono apparse nelle loro abitazioni.

Dalle sette di stamane fino alle 12 i vigili del fuoco hanno compiuto venti sopralluoghi e, fino ad ora, non è stato accertato nessun danno reale. I quartieri da dove sono arrivate le richieste e sono state eseguite le verifiche sono: La Rustica, Eur, Tuscolano e Ostiense, mentre altre richieste sono arrivate dai comuni della provincia di Roma, in particolare, Tivoli, Montelibretti, Sant’Angelo Romano e Colleferro.

La scossa è stata avvertita chiaramente, conferma il centralino dei vigili del fuoco, anche in tutta Roma, non solo nei piani alti degli edifici. Molte persone sono scese in strada. Alla prima scossa, che ha fatto oscillare con evidenza i lampadari, ne sono seguite almeno altre due più leggere. Poi alle 4.33 una scossa molto più forte, quasi quanto la prima, ma più breve: 6 secondi rispetto ai 14 di quella iniziale.

Al momento a Roma non vengono segnalati danni e il 115 invita a seguire le notizie sul web e in tv. La prima scossa è stata sentita in quasi tutta l’Italia centrale innescando chiamate ai centralini delle forze dell’ordine. La zona dell’epicentro è considerata ad alto rischio sismico. Il capo del Dipartimento della protezione civile Fabrizio Curcio ha convocato il Comitato operativo dopo la scossa di terremoto.

Immagine 1 di 30
  • terremoto centro italia 21
  • Terremoto Rieti, Norcia e Amatrice: scossa magnitudo 6. Trema tutto il centro Italia
  • Terremoto Amatrice e Norcia: le prime foto, crolli e macerie
  • Terremoto centro Italia. Amatrice
Immagine 1 di 30