Cronaca Italia

Terremoto Centro Italia, scossa 3.9 tra Spoleto e Terni: treni fermi e scuole evacuate

Terremoto Centro Italia, scossa 3.9 tra Spoleto e Terni

PERUGIA – Trema ancora il Centro Italia: una scossa di terremoto è stata avvertita alle 10.58 di giovedì 9 febbraio in Umbria, nell’area che va da Spoleto a Terni. Secondo l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, la magnitudo è stata di 3.9, a una profondità di 9 chilometri. Al momento non vengono segnalati danni a persone o cose.

In questo caso però l’epicentro è stato registrato in una zona differente dalle precedenti, a soli 12 chilometri da Terni e a 9 da Spoleto. Potrebbe quindi trattarsi di una faglia differente. Su Twitter il Sismologo Alessandro Amato conferma che il terremoto è “decisamente fuori dalla sequenza in Italia centrale”. Otto minuti dopo è stato registrata un’altra scossa sismica con stesso epicentro ma di magnitudo decisamente inferiore pari a 2.

SCUOLE EVACUATE – A Spoleto e a Terni è stato deciso di far uscire gli studenti da tutte le scuole di ogni ordine e grado. Lo stesso è successo a Ferentillo, piccolo centro della Valnerina ternana dove la scossa, di breve durata, è stata avvertita in modo

STOP TRENI – Circolazione ferroviaria sospesa fra Terni e Baiano. Lo riferisce Fs, spiegando che è stato rilevato un guasto al sistema di distanziamento, che proprio la scossa sismica avrebbe provocato. Sono in corso verifiche sull’intera tratta.

To Top