Blitz quotidiano
powered by aruba

Terremoto. Devastante in Italia, i perché dei sismologi inglesi

ROMA – Terremoto. Devastante in Italia, i perché dei sismologi inglesi. Il combinato disposto di una faglia poco profonda e di vecchi, non ristrutturati edifici è all’origine dell’estesa devastazione provocata dal terremoto in centro Italia.

La sintetica diagnosi offerta dal New York Times punta, sulla scorta del parere dei sismologi americani, su un dato inoppugnabile: 247 morti, migliaia di feriti intrappolati dalle macerie conseguenti al crollo delle case, quasi nessun danno e zero vittime nei – pochi – edifici costruiti secondo le norme antisismiche.

“Fino a 100 anni non avevano nessuna idea di come costruire strutture in grado di reggere l’urto sismico”, constata David A. Rothery, professore di geoscienze planetarie alla Open University a Milton Keynes in Inghilterra.

Inoltre, ed è una ragione decisiva, la faglia sottostante è bassa, poco profonda, i sismologi calcolano una decina di km sotto la superficie (United States Geological Survey). “I terremoti originati così poco in profondità sono più distruttivi di quelli più profondi, perché scuotono più violentemente la superficie abitata”, aggiunge il professor Rothery.

Immagine 1 di 30
  • terremoto centro italia 21
  • Terremoto Rieti, Norcia e Amatrice: scossa magnitudo 6. Trema tutto il centro Italia
  • Terremoto Amatrice e Norcia: le prime foto, crolli e macerie
  • Terremoto centro Italia. Amatrice
Immagine 1 di 30