Cronaca Italia

Terremoto, due scosse a Visso collegate a faglie sisma del 26 ottobre

Terremoto, due scosse a Visso collegate a faglie sisma del 26 ottobre

Terremoto, due scosse a Visso collegate a faglie sisma del 26 ottobre

ROMA – Le due scosse di terremoto di magnitudo 4.0 registrate nelle Marche, a Nord Ovest di Visso (Macerata), alle 23.16 e alle 23.19 del 27 aprile, sono collegate ai terremoti che si sono verificati in autunno nella stessa zona. Interessano infatti lo stesso sistema di faglie responsabile del sisma del 26 ottobre tra Perugia e Macerata.

”La sequenza è rimasta particolarmente attiva e in questi ultimi mesi localizziamo più di 100 eventi sismici al giorno, di magnitudo inferiore a 3.0, in tutta la zona interessata”, ha spiegato la sismologa Lucia Margheriti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv).

”Questa notte – ha spiegato l’esperta – ci sono state 3 scosse di magnitudo superiore a 3, la prima di magnitudo 3.5 alle 23.09 le altre due di magnitudo 4.0 alle 23.16 e alle 23.19, nella porzione Nord del sistema di faglie attivato dalla sequenza sismica che sta interessando l’Appennino centrale da agosto, e possiamo dire che tutte e tre sono collegate a quelle principali avvenute nella stessa zona in ottobre”.

È sempre lo stesso sistema di faglie, ha aggiunto, e questi terremoti sono tutti dovuti al meccanismo di ‘distensione’ dell’Appennino. Vi è stata anche una quarta scossa di magnitudo 3.4, ha aggiunto Margheriti, è stata localizzata alle 3,42 del 28 aprile a Nord Est di Pizzoli (L’Aquila): ”Questa scossa è avvenuta nella porzione meridionale del sistema di faglie attivato dalla sequenza cominciata ad agosto ed è stata causata da un meccanismo un po’ diverso, cioè di un movimento orizzontale delle placche che accomoda la deformazione generale”.

To Top