Blitz quotidiano
powered by aruba

Terremoto, il coniglietto Trilli estratto vivo ad Amatrice

AMATRICE – Dopo giorni sotto le macerie ce l’ha fatta il coniglietto Trilli. L’animaletto, durante le scosse del 24 agosto, si era rifugiato nel suo solito nascondiglio in casa ad Amatrice. Ma poi la casa è venuta giù e fortunatamente gli abitanti ne sono usciti in tempo.

Ma il bimbo di casa, 5 anni, era preoccupato per il suo coniglio. La gioia è stata grande quando il papà è riuscito a recuperare Trilli, subito portato nel campo tendato messo a disposizione da Save The Children per organizzare le attività dei più piccoli. Trilli ha insomma fatto la felicità del suo padroncino ma anche di tanti altri bambini rimasti senza casa.

La Regione Lazio ha descritto così i due campi tendati messi su ad Amatrice ed Accumoli:

“Nei due campi di Amatrice ed Accumoli, Regione Lazio e Save the Children stanno attrezzando in collaborazione due ‘Spazi a Misura di Bambino’. Si tratta di luoghi sicuri, gestiti da educatori appositamente formati ed esperti, avendo già lavorato nei terremoti di Ferrara, L’Aquila, dove bambini e ragazzi possono ricevere supporto attraverso lo svolgimento di attività psico-educative come disegni e giochi di ruolo, per recuperare al più presto un senso di normalità che hanno perso in seguito all’evento sismico e soprattutto dove possono elaborare il trauma subito, esprimendolo in ogni modo possibile”.