Blitz quotidiano
powered by aruba

Terremoto, il vicesindaco di Norcia in diretta: “Boia chi molla” VIDEO

ROMA – “Norcia non esiste più. Ma io sono una camicia nera vecchia maniera. Boia chi molla. E io non mollo”. Pierluigi Altavilla, vicesindaco di Norcia, lo dice, in diretta, ai microfoni di Sky Tg24, pochi minuti dopo il terremoto.

Intervistato dal Tempo, Altavilla spiega e scherza: “Questa mattina due ingegneri sono venuti a fare un sopralluogo a casa mia. Erano due volontari toscani, e si sa: i toscani hanno sto difetto, so’ compagni. Aperto lo sgabuzzino della caccia, in mezzo alle cartucce, ci sta il Duce che mi saluta, sta sempre lì. Allora ho pensato: questi lo vedono e mi fanno casa inagibile. Ma non è finita, quando ho visto uno dei due andare nello studio, sono impallidito. Lì c’era la testa del Duce grossa così! Ho aspettato, perché non usciva né diceva nulla. A un certo punto lo sento dall’altra stanza: E quella?, mi fa. Gli ho risposto: Ma perché non ti fai i ca..i tuoi?”.

Si commuove quando parla della Basilica di San Benedetto crollata, così come la vicinissima Santa Maria Argentea”. “Non abbiamo più chiese. Spero non ci facciano una moschea. O Signore, prima o poi mi farò cacciare via per quello che dico…”.