Cronaca Italia

Terremoto Macerata, Alessandro Amato (INGV): “Aftershocks della sequenza iniziata ad agosto”

Terremoto Macerata, Alessandro Amato (INGV): "Aftershocks della sequenza iniziata ad agosto"

Nella foto gli eventi simici che hanno colpito Macerata negli ultimi 90 giorni

MACERATA – Il sismologo dell’INGV Alessandro Amato sul suo profilo Facebook spiega cosa ci dobbiamo aspettare a Macerata dove una lunga scia sismica sta colpendo l’intera zona in queste ore:

“Ci sono stati un centinaio di piccoli terremoti negli ultimi due giorni (intorno a Lat.43.02-Long.13.11), compresi alcuni di magnitudo superiore a 3. Il massimo ieri alle 16:35 e 19:04 (M3.6)” “Alcune considerazioni – scrive Amato – vista la localizzazione, questi terremoti sono tecnicamente degli “aftershocks”.

“Dopo un certo tempo dall’inizio di una sequenza, spesso si osservano aftershocks più forti nelle zone marginali del sistema di faglie (e meno nelle parti centrali)”. Poi, continua “non ci sono elementi particolari che fanno pensare all’attivazione di nuove faglie. Nessuno è in grado oggi di dire se potrà arrivarne uno più forte, né di escludere che questo accada (se qualcuno lo fa, diffidate)”.

Infine, conclude Amato, “la probabilità di avere un evento più forte nella zona è difficile da calcolare, ma con i metodi sperimentali a disposizione, questa è comunque bassa (ma non nulla)”.

To Top