Cronaca Italia

Terremoto, Mario Tozzi: “Doppietta sismica, che cos’è e quali rischi comporta”

Terremoto, Mario Tozzi: "Doppietta sismica, che cos'è e quali rischi comporta"

Terremoto, Mario Tozzi: “Doppietta sismica, che cos’è e quali rischi comporta”ANSA

ROMA – Esperto dell’Istituto di Geologia Ambientale e Geoingegneria del CNR e divulgatore scientifico in tv, Mario Tozzi, intervistato dal Tempo, spiega che “il terremoto si è articolato con una coppia sismica, cioè una scossa forte e una successiva, ancora più forte, nella stessa zona o in zona contigua. È un meccanismo tipico dei terremoti dell’Appennino. Nel 1997 la scossa della sera fu simile a quella della mattina e anche ad Amatrice quella iniziale era di 6 gradi e poi ne è arrivata una di 5,8.

È una cosiddetta doppietta sismica. Se si è aperta una nuova faglia gemella si potrebbe innescare un nuovo sciame. E gli sciami sismici possono durare a lungo, anche mesi”.

Dunque, aggiunge: “Cosa significa nuova faglia? Vuol dire che è vicina a quella del 24 agosto, legata per tipo di movimento e per energia liberata, ma non è esattamente quella. È qualcosa che può essere meno in movimento anche a causa dall’energia scaricata dal terremoto precedente, ma che le faglie si parlano è ancora difficile da dimostrare. Per i terremoti grandi forse è possibile, per quelli piccoli è difficile da dire”.

San raffaele

 

To Top