Blitz quotidiano
powered by aruba

Terremoto, sindaca Raggi: “Domani scuole chiuse a Roma”

ROMA – Domani (lunedì 31 ottobre) scuole chiuse nella Capitale. Lo annuncia la sindaca Virginia Raggi in un post su Facebook. Raggi precisa che “l’amministrazione intende chiudere le scuole domani in via cautelativa in modo tale che i tecnici e i responsabili della sicurezza possano andare ad effettuare tutte le verifiche per vedere e valutare se il terremoto ha comportato lesioni o comunque danni gravi”.

Il Campidoglio ha dunque intensificato le verifiche nelle scuole per accertare eventuali criticità e danni dovuti agli eventi sismici di questo periodo. La decisione è stata presa al termine di un vertice urgente presieduto dalla sindaca Raggi e al quale hanno preso parte l’asra alla persona scuola e comunità solidale Laura Baldassarre, i responsabili del dipartimento Simu (Servizio infrastrutture e manutenzione urbana – lavori pubblici), della Polizia Locale, sentita anche la Protezione Civile capitolina.

La sindaca è in contatto anche con i Presidenti dei Municipi per il coordinamento delle attività. Per questo motivo domani saranno sospese le attività didattiche “in modo da consentire un rapido accertamento della situazione e assicurando in tal modo garanzie a bambini e famiglie”, spiega il Campidoglio.

Oltre che per annunciare la chiusura delle scuole, la Raggi usa Facebook per annunciare di voler “mandare un segnale di solidarietà alle popolazioni che in queste ultime ore hanno visto e hanno subito gli effetti di questo fortissimo sisma. Popolazioni che in gran parte erano già state colpite dai due precedenti. Siamo molto vicini”.

Sono intanto 120 tra Roma e provincia gli interventi effettuati finora dai vigili del fuoco. Di questi 90 per verifiche statiche e 30 di soccorso ordinario. A quanto riferito, in attesa da effettuare ne risultano al momento 380. “Si è concluso in questi minuti un vertice in Campidoglio, presenti il Simu, la Polizia Locale, abbiamo sentito la Protezione Civile. Ovviamente gli effetti della forte scossa di terremoto che si è verificata questa mattina, a Roma non hanno prodotto danni gravi. Tuttavia sono arrivate numerose segnalazioni, la Polizia locale, i vigili del fuoco la commissione stabili pericolanti sono andate ovunque a verificare e mettere in sicurezza o transennare eventuali zone critiche. Nel frattempo la tangenziale è stata prima chiusa poi è stata riaperta, salvo un ultimo tratto che va dal Verano a San Giovanni, in direzione San Giovanni, per ulteriori verifiche. La metro questa mattina è stata chiusa. La linea A e linea B ora sono state completamente riaperte”, ricorda Raggi.