Cronaca Italia

Terremoto: Roma senza capo Protezione Civile, piani emergenza fermi al 2008

Terremoto: Roma senza capo Protezione Civile, piani emergenza fermi al 2008

Terremoto: Roma senza capo Protezione Civile, piani emergenza fermi al 2008

ROMA – Terremoto: Roma senza capo Protezione Civile, piani emergenza fermi al 2008. “D’intesa con la prefettura che ha sentito la centrale operativa dei vigili del fuoco non ci sono motivi di allarme in città”. Così il sindaco di Roma Virginia Raggi in un post su Facebook spiegava ieri ai cittadini ancora impauriti dalla doppia scossa in tarda mattinata perché il Campidoglio non avesse “emesso alcuna ordinanza di chiusura delle scuole, abbiamo tuttavia ritenuto opportuno in via precauzionale, chiudere la metropolitana e aprire i varchi ztl per favorire comunque la circolazione dei mezzi”.

Sul Messaggero di oggi, tuttavia, viene ricordato come nella Capitale i piani anti terremoto siano ancora fermi al 2008 nonostante il vincolo a rinnovarlo ogni due anni e la Protezione Civile sia senza direttore dal 10 novembre scorso quando l’ex numero uno, Cristina d’Angelo, ha lasciato gli uffici di piazza di Porta Metronia per rientrare nei Vigili del Fuoco, servizio da cui proveniva, accettando l’incarico di Comandante provinciale di Campobasso.

Questo sebbene la stessa Raggi, all’indomani dei terremoti in Umbria e Marche dell’ottobre 2016, dopo averlo letto dalle pagine del Messaggero, si rese conto che «c’è un piano di evacuazione vecchio, datato 2008», dichiarando di avere attivato gli uffici «per rinnovarlo, rivederlo e aggiornarlo». (Alessia Marani, Il Messaggero)

Attualmente l’incarico è affidato ad interim al comandante generale della Polizia Locale, Diego Porta, professionista esperto ma già oberato da altri mille impegni gravosi come la gestione del traffico cittadino. Alla D’Angelo era stato proposto anche di rimanere ma non fu accontentata quando chiese come condizione irrinunciabile l’affiancamento di un vice di livello scelto per competenza e ed esperienza e non calato dall’alto.

 

To Top