Blitz quotidiano
powered by aruba

Terremoto, Sergio Pirozzi sindaco-allenatore: “Amatrice non c’è più”

AMATRICE (RIETI) – Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice (Rieti) e allenatore: dal trionfo con l’Ascoli al dramma del suo paese. “Amatrice non c’è più” ha detto mercoledì mattina ai giornali, constatando la devastazione del piccolo paese che ha dato il nome ad uno dei piatti più famosi al mondo, la celebre Amatriciana.

Proprio ad Amatrice Pirozzi aveva portato in ritiro il Trastevere, la squadra di serie D che allena da tre anni dopo aver guidato anche l’Ascoli Piceno, battuto proprio con il Trastevere pochi giorni fa, come ricorda Marco Calabresi sulla Gazzetta dello Sport, che ripercorre la carriera calcistica del sindaco-allenatore:

Nel 2005 riportò il Rieti tra i professionisti ma, anche in Eccellenza, Sorianese (di Soriano nel Cimino, in provincia di Viterbo) e Ostiamare (il club dove è nato calcisticamente Daniele De Rossi) si guadagnarono un posto in Serie D sotto la sua gestione.

La stagione del Trastevere, dopo i test atletici svolti a Roma, era iniziata proprio ad Amatrice, dove Pirozzi aveva portato in ritiro la squadra. E a casa sua si è tolto anche una bella soddisfazione, quella di battere 3-2 in amichevole l’Ascoli, squadra di due categorie superiori. Ma, scherzi di un destino infame, anche rappresentante dell’altra provincia martoriata dal sisma. Ora che Amatrice è “per metà distrutta”, Pirozzi sta provando a difendere tutti i suoi cittadini.

 

Immagine 1 di 30
  • terremoto centro italia 21
  • Terremoto Rieti, Norcia e Amatrice: scossa magnitudo 6. Trema tutto il centro Italia
  • Terremoto Amatrice e Norcia: le prime foto, crolli e macerie
  • Terremoto centro Italia. Amatrice
Immagine 1 di 30


PER SAPERNE DI PIU'