Blitz quotidiano
powered by aruba

Terremoto: sparito dipinto ‘600 da chiesa a Nottoria di Norcia

NOTTORIA (PERUGIA) – I carabinieri del Nucleo di tutela del patrimonio artistico indagano per furto riguardo alla sparizione di un dipinto del ‘600 dalla chiesa di Nottoria di Norcia (Perugia), danneggiata dal terremoto. Si tratta del ‘Perdono di Assisi’ (1631) del pittore francese Jean Lhomme, che lavorò per Papa Urbano VIII. I carabinieri non escludono, comunque, altre ipotesi, anche che la tela sia stata tolta da qualcuno per metterla al sicuro in previsione di nuove e forti scosse.

E’ arrivata la pioggia sul cratere del Centro Italia, mentre nella notte lo sciame sismico non si è fermato, soprattutto sul versante marchigiano. Alle 4.19 il picco più alto, una scossa di magnitudo 3.8 registrata dagli strumenti dell’Ingv con epicentro nel Maceratese tra Pieve Bovigliana e Pieve Torina a una profondità di 10 km. Un’altra scossa, con magnitudo 3.4, è stata avvertita con epicentro ad Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) alle 5.44. La pioggia, temuta per il possibile aggravamento dei danni e dei disagi per la popolazione sfollata nelle tendopoli, è accompagnata da nebbia, circostanza che peggiora ulteriormente le condizioni della viabilità, decisiva per la logistica dei soccorsi. Spazzata via la tenda della mensa.

Nella notte, oltre alla pioggia, il vento forte nel fondovalle tra Cascia e Norcia (Perugia) ha spazzato via le tende allestite per la mensa degli sfollati nel paese di Cascia. I volontari delle Misericordie sono stati costretti a un lavoro supplementare di rimontaggio delle strutture. In questa mensa vengono distribuiti 1.500 pasti al giorno che vanno alle persone rimaste fuori casa per l’inagibilità degli edifici danneggiati dal sisma.