Cronaca Italia

Tifosi Roma aggredirono turista svedese con maglietta della Lazio: individuati

Aggredirono turista svedese che indossava la maglia della Lazio: misure cautelari per alcuni tifosi della Roma

Aggredirono turista svedese che indossava la maglia della Lazio: misure cautelari per alcuni tifosi della Roma

ROMA – Dalle prime ore del mattino di giovedì 27 aprile i poliziotti della Digos di Roma, su disposizione del giudice per le indagini preliminari, stanno eseguendo misure cautelari a carico di tredici ultras romanisti indagati per l’aggressione ai danni di alcuni turisti svedesi avvenuta il 3 aprile 2016 in centro a Roma nelle ore precedenti al derby. 

In quell’occasione alcuni tifosi della Roma aggredirono dei turisti svedesi in un pub di Via Palestro. Uno dei turisti svedesi indossava la maglia della Lazio e questo è stato il pretesto dell’aggressione.

San raffaele

La vittima, ferita da un fendente al gluteo e colpito alla testa con un casco, è stato ferito con una prognosi di 10 giorni.

A quanto reso noto, tutti e tredici sono riconducibili al gruppo “Roma” protagonista dello sciopero del tifo contro le barriere nelle curve dello stadio Olimpico. Tra loro anche pregiudicati e già sottoposti a Daspo. Alcuni sono stati coinvolti anche nell’indagine relativa al ritrovamento di bottiglie molotov in un’auto a ridosso del bar River, vicino allo stadio, durante il derby dell’11 gennaio 2015. I provvedimenti cautelari impediscono ai 13 “di assistere agli incontri che la loro squadra disputerà sia nella Capitale, sia fuori casa, compresi gli incontri all’estero in occasione degli eventi sportivi internazionali”. E “non potranno allontanarsi dal Comune di Roma senza autorizzazione del magistrato, pena l’arresto”. Durante le perquisizioni è stato sequestrato un coltello a serramanico di 19 centimetri e materiale esplodente.

To Top