Blitz quotidiano
powered by aruba

Tolmezzo, titolare palpeggia la barista: condannato a 1 anno e 8 mesi

UDINE – Ha palpeggiato la barista che lavorava nel suo bar e lei ho ha denunciato per violenza . Il titolare del bar di Tolmezzo è stato condannato ad 1 anno e 8 mesi di carcere, con sospensione condizionale della pena, per l’accusa di violenza nei confronti della sua dipendente di 21 anni. L’uomo è stato inoltre condannato a risarcire la ragazza, che si era costituita parte civile, per 2500 euro.

Il Messaggero Veneto scrive che l’uomo, 62 anni, era accusato di molestie nei confronti della giovane dipendente. I fatti risalgono al 2014 e ora la condanna da parte del tribunale collegiale di Udine è arrivata:

“Il pm aveva chiesto una pena a un anno e quattro mesi, mentre il difensore, avvocato Daniela Lizzi, aveva insistito per l’assoluzione «perchè il fatto non sussiste». La vicenda risale all’8 giugno 2014 e sarebbe stata preceduta da una serie di molestie (il reato era stato dichiarato estinto a seguito di oblazione già in udienza preliminare), rappresentate da affermazioni irriguardose verso la giovane.

In un’occasione, nel rimproverarle di non indossare i pantaloncini corti, le aveva detto: «Se volevo una suora, andavo a prenderla in convento». Nel difendere il proprio cliente, la difesa ha sostenuto l’assenza di riscontri effettivi all’accusa, ricordando come l’unica testimonianza fosse quella della giovane, peraltro «piena di contraddizioni tra quanto dichiarato in denuncia e quanto affermato in aula da lei e dagli amici chiamati a loro volta a testimoniare».

Considerate le «contestazioni sul modo di lavorare della ragazza», inoltre, l’avvocato Lizzi non ha escluso che questa lo avesse denunciato «per ripicca»”.


PER SAPERNE DI PIU'