Cronaca Italia

Tommaso Dal Gaudio, capo cantiere con la terza media e 5mila euro di stipendio

Tommaso Dal Gaudio, capo cantiere con la terza media e 5mila euro di stipendio

Tommaso Dal Gaudio, capo cantiere con la terza media e 5mila euro di stipendio

CASERTA – Tommaso Dal Gaudio, in carcere da dicembre scorso per estorsione e mafia, ha a malapena la terza media, ma pretendeva di essere pagato più di 5mila euro al mese. Dal Gaudio era capocantiere della Dhi che gestiva la raccolta rifiuti a Santa Maria Capua Vetere, in Campania.

A puntare il dito contro di lui al processo è stato Alessandro Di Nardi, patron dell’impresa. Secondo la Procura inoltre Del Gaudio sarebbe esponente vicino alla famiglia dei Bellagiò, affiliata al clan dei Casalesi.

Secondo quanto riporta il quotidiano Il Mattino:

Tommaso Del Gaudio avrebbe preteso dalla società Di Nardi Holding Industriale spa che gli venisse corrisposta la somma di 6.000 euro mensili, prospettando in caso contrario, di intervenire con i dipendenti della DHI per costringerli ad astenersi dal servizio. La qual cosa avvenne il 16 aprile del 2016 nel cantiere di Santa Maria Capua Vetere quando il servizio di raccolta dei rifiuti venne interrotto per circa 24 ore, lasciando nella sporcizia la città del Foro.

Di Nardi, rispondendo alle domande dei pm, in Tribunale ha detto:

“Del Gaudio mi minacciò quando andai dal commercialista e gli spiegai che doveva equiparare la paga alla funzione  io però ho sempre denunciato”.

Indagini successive hanno poi visto la Dhi implicata in fenomeni di corruzione nella provincia di Caserta.

To Top