Blitz quotidiano
powered by aruba

Topo in tribunale: sospese cause a Santa Maria Capua Vetere

Un topo è sbucato dalla pedana dei giudici nel tribunale di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta, e le udienze in programma sono state sospese

CASERTA  – Un topo ha paralizzato il tribunale di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta. Il topolino è sbucato proprio da sotto la pedana del banco dei giudici per poi scomparire velocemente, tanto che il magistrato presente in aula non se n’è nemmeno accorto.  Il giudice ha poi inviato una segnalazione e le udienze sono state sospese per il 19 gennaio nel tribunale.

Il Corriere del Mezzogiorno scrive che l’avvocato Marco Alois, presente insieme ad altri colleghi al momento dell’accaduto, ha raccontato il momento in cui il topo è apparso nell’aula del giudice monocratico Paola Lombardi:

“«È sbucato probabilmente da sotto la pedana del banco dei giudici – spiega Alois – ma il magistrato non se n’è accorto; dopo una breve corsa il topolino è sparito. A quel punto abbiamo informato il giudice che ha sospeso temporaneamente le cause e redatto un verbale che ha poi inviato al presidente del tribunale per i necessari interventi». «La presenza di un ratto – prosegue Alois – pone gravi problemi igienico-sanitari per una struttura già degradata; basta pensare ai servizi igienici, che sono pochi numericamente perché molti sono fuori uso, e soprattutto sono sporchi»”.


PER SAPERNE DI PIU'