Cronaca Italia

Torino, 47 centri massaggi cinesi sequestrati. “Prestazioni complete…”

Torino, 47 centri massaggi cinesi sequestrati. "Prestazioni complete..."

Torino, 47 centri massaggi cinesi sequestrati. “Prestazioni complete…”

TORINO – Blitz contro la prostituzione a Torino: messi i sigilli a 47 centri massaggi cinesi. Al sequestro si è arrivati dopo due anni di indagini. Ai titolari dei locali, situati nel capoluogo piemontese e in alcuni centri della prima cintura, sono stati notificati gli avvisi di garanzia. Tra i reati contestati lo sfruttamento e il favoreggiamento della prostituzione. I sequestri sono stati eseguiti da polizia municipale, carabinieri e polizia.

Il tariffario variava tra i 50 e i 70 euro, con punte fino a 300 euro per le prestazioni ‘complete’. E ogni centro aveva una decina di clienti al giorno. Dietro ai centri massaggi c’era un fiorente giro di prostituzione. Una sessantina le ragazze tra i 20 e i 30 anni, in maggioranza cinesi e regolari sul territorio italiano, che venivano fatte ruotare nei locali.

Il sequestro preventivo eseguito oggi da polizia municipale, carabinieri e polizia è il risultato di due anni di indagini, A dare il via alle indagini le numerose segnalazioni ricevute da alcuni centri massaggi (quelli veri) che lamentavano la concorrenza sleale dei centri cinesi. Ma anche quelle di semplici cittadini disturbati dal continuo via vai dei clienti.

“Un’importante azione delle forze di polizia su tutta la città di Torino e alcuni Comuni limitrofi per contrastare i centri di massaggio orientali all’interno dei quali venivano svolte attività di ben altro tipo”: la sindaca di Torino, Chiara Appendino, commenta così su Facebook l’operazione. “Grazie a tutti coloro che hanno lavorato per la buona riuscita dell’operazione”.

To Top