Cronaca Italia

Torino, carabinieri fermano venditori di birre abusivi: accerchiati da 50 ragazzi

Torino, carabinieri fermano venditori di birre abusivi: accerchiati da 50 ragazzi

Torino, carabinieri fermano venditori di birre abusivi: accerchiati da 50 ragazzi

TORINO – Carabinieri accerchiati da una cinquantina di giovani che cercavano di impedire i controlli a due venditori abusivi di bibite. E’ successo nella notte tra sabato e domenica, a Torino, nella zona dei Murazzi, cuore della movida pemontese. Sono stati i venditori abusivi, due uomini di 36 e 38 anni del Bangladesh, a chiedere aiuto ai giovani. Dapprima 5-6 donne hanno circondato i militari di una pattuglia, poi, all’arrivo di altri carabinieri, il gruppo si è infoltito. Alcuni militari sono stati spintonati, ma in pochi minuti hanno riportato la calma.

I due venditori abusivi sono stati denunciati per resistenza a pubblico ufficiale, attività commerciale abusiva e violazione dell’ordinanza del sindaco di Torino, emessa dopo i fatti di piazza di San Carlo, che vieta la vendita di bevande alcoliche dalle 20 alle 6.

Durante un servizio di controllo straordinario, i carabinieri della compagnia San Carlo hanno sorpreso il 38enne che vendeva abusivamente bottiglie trasportate in una busta di plastica e il connazionale mentre trascinava un carrello pieno di birre. Alla vista dei militari, gli abusivi sono scappati urlando e piangendo verso un gruppetto di giovani che ha circondato i carabinieri con lo scopo di impedire i controlli. Poi si sono aggiunte altre decine di frequentatori dei Murazzi.

Gli aggressori non sono stati ancora identificati, 5-6 sarebbero stati i più violenti mentre il resto della folla si è limitato a inveire. Durante la serata i carabinieri hanno sequestrato 60 bottiglie di birra e multato i due fermati e altri venditori, per circa 14 mila euro.

To Top