Cronaca Italia

Torino, truffa dello specchietto anche davanti all’ospedale

Torino, truffa dello specchietto anche davanti all'ospedale

Torino, truffa dello specchietto anche davanti all’ospedale

TORINO – La truffa dello specchietto non risparmia nemmeno le persone che passano davanti all’ospedale di Torino. I truffatori hanno scelto proprio il parcheggio del San Giovanni Bosco per mettere a segno il colpo nei confronti dei malcapitati automobilisti.

A raccontare la sua esperienza a Philippe Versienti di Torino Today è uno degli automobilisti vittima dei truffatori, che ne ha identificato uno. L’uomo che l’ha fermato aveva un accento siciliano, ma sembrava di origine nomade e di circa 50 anni. Quando l’automobilista si è fermato per lo specchietto rotto ha infatti minacciato di chiamare la polizia locale e il truffatore si è dileguato:

“Purtroppo – racconta l’autore della segnalazione – in un’occasione ci sono cascato. Ho lasciato venti euro in mano a uno di questi nomadi dall’accento siciliano. Poi nemmeno una settimana dopo ci hanno riprovato”. La vittima ha sentito un rumore come se un sasso avesse colpito la sua auto. Si è guardato attorno, controllando i vetri: constatato che tutto era a posto è ripartito ma dopo mezzo chilometro si è visto affiancare da un’utilitaria: il conducente ha abbassato il finestrino e, rallentando ha costretto l’altra auto a fermarsi.

Il teatro scelto dai truffatori seriali, per mettere in atto i colpi ai danni dei malcapitati automobilisti, è il parcheggio di quell’ospedale di via Gottardo già noto per il via vai dei parcheggiatori abusivi. Dopo il presunto urto scatta l’inseguimento, a cui seguono minacce e intimidazioni. Il consiglio, se si è sicuri di aver davanti dei balordi, è quello di allertare le forze dell’ordine”.

To Top