Blitz quotidiano
powered by aruba

Toscana, fanghi tossici da rifiuti illegali sulle colline: idrocarburi 30 volte oltre il limite

FIRENZE – Una colata di fanghi tossici sono stati trovati sulle colline della provincia di Firenze in Toscana. Il valore degli idrocarburi nel terreno era pari a 1500 parti per milione, contro il limite di 50 parti per milione fissato dalla legge. Tra le colline toscane dunque lo smaltimento illegale dei rifiuti da parte di alcuni imprenditori che sono stati indagati dalla Procura di Firenze ha portato a superare di 30 volte il valore limite di idrocarburi nel terreno.

Un articolo pubblicato sul quotidiano Il Tirreno scrive che l’elevato tasso di idrocarburi è stato scoperto lo scorso 13 settembre, dopo che una inchiesta  sui campioni dei rifiuti sequestrati portò all’arresto di sei imprenditori, accusati di aver smaltito illegalmente dal 2013 oltre 80mila tonnellate di rifiuti:

“Anche gli scarti industriali delle cartiere – detti pulper – sequestrati nell’ambito delle indagini sono risultati al di fuori dei limiti di legge in base agli accertamenti commissionati dalla procura. Secondo quanto emerso, nei campioni è stata riscontrata una presenza troppo elevata di acqua perché potessero essere smaltiti nei termovalorizzatori, come invece accadeva per parte di essi in base alle indagini della guardia di finanza, e una quantit di idrocarburi oltre la soglia di legge, che li rendeva non adatti all’utilizzo, accertato nel corso delle indagini, come materiale di copertura nelle discariche.

Per quanto riguarda i fanghi inoltre, i campioni sono stati prelevati dai rifiuti in entrata, in stoccaggio e in uscita da un’azienda veneta specializzata nel trattamento dei rifiuti coinvolta nelle indagini. Nei fanghi è stata riscontrata anche la presenza, sebbene in quantit modiche, di sostanze tossiche come diossina e policrorobifenili (pcb)”.


PER SAPERNE DI PIU'