Cronaca Italia

Trani, su WhatsApp le foto delle guardie giurate con le salme all’obitorio

Trani, su WhatsApp le foto delle guardie giurate con le salme all'obitorio

Trani, su WhatsApp le foto delle guardie giurate con le salme all’obitorio

TRANI – Si scattavano foto con le salme di un obitorio e poi le pubblicavano su WhatsApp. Alcune guardie giurate di Ruvo di Puglia, secondo quanto si legge in un esposto presentato alla procura di Trani, si sarebbero introdotte clandestinamente all’interno dell’obitorio del cimitero facendosi ritrarre in posa con alcuni defunti che “stazionavano la notte prima del rito funebre”. Questa una foto pubblicata da Repubblica.

Gli accessi, secondo la circostanziata denuncia, sarebbero avvenuti a fine agosto dello scorso anno e all’inizio di gennaio. Nell’esposto è scritto che tra le mansioni dei vigilanti non è compreso il controllo dell’obitorio, che deve essere chiuso durante la notte: motivo per il quale gli accessi “avvenivano sicuramente in maniera abusiva”.

E chi ha denunciato, pare si tratti di un dipendente dell’istituto di vigilanza, trova “sconcertante” che da parte dei vertici aziendali inseriti nella chat “non siano mai stati inseriti commenti di disapprovazione di tali gesti o adottato provvedimenti mirati a punire o impedire il ripetersi di tali azioni ripugnanti”.

Anzi, nel gruppo – si legge ancora nella denuncia – si suscitava il “macabro divertimento dei partecipanti che si concretizzava con commenti di ilarità”. La Procura di Trani per ora ha deciso di aprire un’inchiesta.

To Top