Cronaca Italia

Trapianto di midollo osseo: il piccolo Matteo è uscito dall’ospedale

Trapianto di midollo osseo: il piccolo Matteo è uscito dall'ospedale

Trapianto di midollo osseo: il piccolo Matteo è uscito dall’ospedale

NOVELLARA (REGGIO EMILIA) – Il piccolo Matteo ce l’ha fatta: è uscito dall’ospedale, dal reparto di pediatria del Bambin Gesù di Roma, dopo essersi sottoposto ad un delicato intervento di trapianto di midollo osseo. 

Matteo, di Novellara (Reggio Emilia), ha solo quattro anni, racconta la Gazzetta di Reggio Emilia, ma è affetto da una rara e grave malattia, che colpisce un bambino su un milione. La diagnosi è arrivata nel 2015, quando il piccolo aveva appena due anni. Le sue difese contro batteri, muffe e funghi sono molto scarse, così doveva sottoporsi ad innumerevoli precauzioni, tra cui lavarsi le mani ogni volta che toccava qualcosa.

L’unica soluzione definitiva consiste nel trapianto di midollo osseo. Ma trovare un donatore di cellule staminali emopoietiche compatibile non è stato facile, perché la compatibilità genetica è molto rara, dell’ordine di 1 su 100mila persone, spiega il quotidiano emiliano.

Per Matteo la speranza è rinata grazie ad un donatore californiano. Così il bambino si è potuto sottoporre al trapianto. Dopo 31 giorni dall’intervento Matteo sta bene, ma deve restare a Roma per proseguire le terapie, in condizioni di day hospital, e sottoporsi a visite di controllo per almeno altri tre mesi.

Racconta la Gazzetta di Reggio Emilia:

Più felici di tutti, naturalmente, i genitori – la madre Serena Gelmini e il padre Enrico Orlandini – pur nella consapevolezza che il cammino verso la normalità di vita per il loro figlioletto è ancora lunga. «Per fare un paragone ciclistico – hanno detto i genitori – è come aver vinto un Gran premio della montagna durante un Giro d’Italia». Come a dire, è un buon traguardo ma la corsa è ancora lunga.

To Top