Blitz quotidiano
powered by aruba

Treviso, allarme zecche: ornitologo grave dopo morso

TREVISO – Resta ricoverato nel reparto di terapia intensiva dell’ospedale Cà Foncello di Treviso, l’ornitologo trevigiano colpito da encefalite in seguito alla puntura di una zecca. L’uomo si trova ricoverato all’ospedale da alcune settimane.

L’ornitologo, scrive il Gazzettino, era stato morso da una zecca mentre eseguiva delle osservazioni in una località tra Treviso e Belluno, una delle aree maggiormente infestate dalla presenza di questo insetto. Si tratta del terzo negli ultimi mesi, anche se i precedenti non sono stati così gravi.

Il morso della zecca non è di per sé pericoloso per l’uomo, i rischi sanitari dipendono invece dalla possibilità di contrarre malattie trasmesse da questi animali in qualità di vettori. Fra queste c’è la malattia di Lyme, causata da un batterio che infetta le zecche e che viene trasmesso all’uomo. La malattia è caratterizzata dalla formazione di un eritema, da dolori articolari, dal mal di testa e dalla febbre. E’ facilmente curabile con antibiotici. Fra le altre patologie causate dalle zecche ci sono: la meningoencefalite, che colpisce il sistema nervoso centrale e la febbre bottonosa, accompagnata da disturbi cutanei.


TAG: