Blitz quotidiano
powered by aruba

Treviso, Giancarlo Bottacin aggredito dai ladri in casa

TREVISO – Rientra in casa prima del previsto e trova i ladri che lo aggrediscono. Momenti di vero terrore per Giancarlo Bottacin, psicologo in pensione di 71 anni di Venezia.

Lunedì 22 febbraio intorno alle 19:30, riferisce Raffaella Ianule sul Gazzettino, l’uomo è rientrato a casa insieme alla giovane moglie del custode della sua villa, Silvia Pellizzer, di 39 anni, e ad una domestica.

Salito al primo piano della sua casa di via Castellana 181, all’altezza di Trivignano (Treviso), l’uomo è stato preso alle spalle da uno dei due ladri, entrambi con il volto coperto da passamontagna, guanti sulle mani e un piede di porco in mano.

“Stai zitto”, gli ha ordinato il ladro mettendogli un braccio intorno al collo. Ma Bottacin non è riuscito a trattenere le grida. Quelle urla hanno richiamato l’attenzione delle due donne. Pellizzer è salita al primo piano a vedere che cosa stesse accadendo. Uno dei ladri le ha tirato una pietra, forse quella che era servita per rompere il vetro della finestra ed entrare nella villa. Non ha colpito la donna, ma l’ha spaventata al punto da farla indietreggiare e finire proprio sui vetri rotti. La giovane donna si è ferita alla mano e ne avrà per venti giorni.

Per fortuna, però, nel trambusto generale i ladri si sono dati alla fuga senza causare ulteriori danni. Lasciando però i tre malcapitati sotto choc, tanto che nessuno di loro è riuscito a chiudere occhio le notti seguenti all’aggressione.

La polizia sta dando la caccia ai ladri. Da quanto riferito da Bottacin i due uomini parlavano in perfetto italiano, senza inflessioni straniere o cadenze dialettali.

 

 


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'