Blitz quotidiano
powered by aruba

Treviso, il fidanzato della figlia è italiano: lo minaccia di morte per farli lasciare

TREVISO – La figlia è fidanzata con un italiano e il padre, 43 anni e originario del Kosovo, non può accettare il loro legame. L’uomo ha prima tentato di convincere la figlia a lasciare il giovane di Treviso picchiandola e minacciando il fidanzato di morte, poi si è presentato nel locale dove la coppia lavora e ha estratto una pistola rubata per spaventarli. Il padre della ragazza è stato arrestato dopo che il giovane fidanzato l’aveva denunciato ai carabinieri.

Il Gazzettino nell’edizione di Treviso scrive che il padre non si rassegnava all’idea che la figlia fosse fidanzato con un italiano e così ha deciso di minacciare e picchiare i due fidanzati per convincerli a lasciarsi:

“Prima minaccia il compagno della ragazza, poi picchia la figlia e infine si presenta al locale dove i due lavorano ed estrae una pistola rubata. E’ finito in carcere un 43enne originario del Kosovo, arrestato dai carabinieri di Treviso dopo un escalation di violenza nel tentativo di osteggiare la relazione tra la figlia e il suo fidanzato trevigiano. L’uomo B. F. le iniziali, la scorsa settimana aveva chiesto un appuntamento al giovane che aveva accettato.

Una volta arrivato sul posto il trevigiano ha capito che avrebbe rischiato di essere picchiato ed è scappato, avvertendo i carabinieri. Qualche giorno dopo a subire la violenza del padre padrone è stata proprio la figlia, afferrata per il collo dall’uomo. L’altra sera il 43enne si è presentato nel locale in cui sia la figlia che il fidanzato lavorano ed ha estratto una pistola risultata rubata. All’arrivo dei carabinieri per lui sono scattate le manette”.


PER SAPERNE DI PIU'